Storia del popolo ebraico

(dalle origini alla costituzione dello stato di Israele)

Ciò che colpisce in modo particolare nell’ebraismo, a dispetto di tutti gli sconvolgimenti storici, è il persistere della memoria e dell’identità. Una coscienza e una memoria che poggia su legami di sangue e di etnia.
Quella ebraica è stata sempre una questione controversa e ancora oggi domina spesso il panorama della politica nazionale e internazionale. È diventato importante e urgente tuttavia capire il perché.
(tratto da Internet Service, aderente al “Magistero pontificio in merito alla grande Rete”)

Indice
26. La rivolta dei Maccabei
27. Conflitti interni nel periodo asmoneo: farisei, sadducei, zeloti
28. Dominazione romana
29. Divisione del Regno: Giudea, Samaria, Galilea e Perea
30. Gesù di Nazareth
31. Le guerre giudaiche
32. La grande diaspora
33. Divisione e declino dell’impero romano
34. L’Islam, le crociate e il Regno di Gerusalemme
35. Gli Ebrei nel Medioevo europeo
36. L’usura
37. La peste nera
38. L’omicidio rituale e la profanazione delle ostie
39. L’inquisizione spagnola e le espulsioni
40. L’illuminismo e l'emancipazione
41. Il sionismo
42. Il caso Russia
43. L’antisemitismo dopo l'emancipazione
44. La Palestina e il mandato britannico
45. La propaganda nazista in Germania
46. La nascita del moderno stato di Israele
47. Conclusioni


Parti della "Storia del popolo ebraico dalle origini alla costituzione dello Stato di Israele" sono tratte da "Wikipedia, l'enciclopedia libera". Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo.

Nessun commento:

Posta un commento